giovedì 29 gennaio 2009

Braccianti e caporali

Radio tre ha dedicato due puntate della trasmissione "Percorsi" al tema Braccianti e caporali, grazie al quale e' possibile recuperare pagine storiche, come quelle dello sfruttamento agricolo, e testi letterari, come quelli di Carlo Levi e Ignazio Silone.

Cosi' e' stato presentato l'argomento: "Ogni anno migliaia di raccoglitori stagionali, provenienti dall'Africa e soprattutto dall'Europa dell'Est, si riversano nel Tavoliere, in Puglia, con la speranza di guadagnare un po' di soldi nella raccolta dei pomodori o di altri frutti della terra. Sono i nuovi braccianti che hanno preso il posto dei 'cafoni' meridionali di un tempo. Appena giunti, il loro miraggio si infrange di fronte allo sfruttamento dei caporali. Paghe da fame, degrado, violenze. Alcuni si ribellano e spariscono nel nulla; altri riescono a fuggire da quelli che sono veri e propri 'campi di lavoro', e a denunciare quanto hanno subito."

* audio della puntata uno e due in formato mp3.

Il sito ha riportato una utilissima Bibliografia:
Alessandro Leogrande, Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud, Mondadori 2008 [intervista radiofonica all'autore; un capitolo del libro e' stato pubblicato sul sito "Italia-Razzismo"]
Medici senza frontiere, Una Stagione all'Inferno. Rapporto sulle condizioni degli immigrati impiegati in agricoltura nelle regioni del Sud Italia, 2008
Medici senza frontiere, I frutti dell'ipocrisia. Storie di chi l'agricoltura la fa, Sinnos Editrice 2005 [video]
Giovanni Rinaldi e Paola Sobrero, La memoria che resta. Vita quotidiana, mito e storia dei braccianti nel Tavoliere di Puglia, Edizioni Aramirè 2004 (1^ ed. 1981)
Matteo Salvatore, La luna aggira il mondo e voi dormite, Stampa Alternativa 2006 [video: una canzone di M. S.]
Tommaso Fiore, Il cafone all'inferno, Palomar 2003
Felice Chilanti, Di Vittorio a memoria. Storia di una gioventù, Rassegna sindacale 2007 [Progetto Casa Di Vittorio]
Giuseppe Tropeano, La malaria nel Mezzogiorno d'Italia, Napoli 1908

martedì 27 gennaio 2009

Le leggi razziali del fascismo

Un dossier con i testi delle leggi razziali del fascismo.

Shoah e cinema

Un elenco dei film italiani e stranieri sulla Shoah e' presente sul sito della Fondazione Memoria della Deportazione e dell'ANED - Associazione nazionale ex-deportati politici nei campi nazisti.

27 gennaio 2009: Giorno della Memoria

Moltissimi siti dedicano spazio alla commemorazione del Giorno della Memoria o ai temi dell'Olocausto e dell'antisemitismo in generale.
Ne segnalo alcuni:
- il ricchissimo dossier della UCEI Unione delle Comunita' Ebraiche Italiane
- il dossier del quotidiano "Il Sole 24 Ore", con una utile bibliografia
- il dossier del quotidiano "La Stampa"
- il dossier del programma La Storia siamo noi
- gli utilissimi link a musei, comunita' ebraiche, la shoah in Italia e altro del Primo Levi Center di New York
- il sito dell'ONU [in inglese]
- la mostra digitale sulla persecuzione degli ebrei in Italia (1938-1945)
- il percorso sulle leggi antiebraiche nell'Italia fascista, a cura del CDEC Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea
- il sito della Fondazione Memoria della Deportazione
- il sito dell'Osservatorio sul pregiudizio antiebraico contemporaneo

Shoah e cinema italiano


In occasione della giornata della memoria, vorrei proporre un elenco di film italiani che si sono occupati della Shoah.

Per farlo, mi serviro' di un eccellente volume di una studiosa americana, Millicent Marcus, pubblicato dalla University of Toronto Press nel 2007: Italian Film in the Shadow of Auschwitz.

- L’ebreo errante (The Wandering Jew) di Goffredo Alessandrini, 1947

- Il grido della terra (The Cry of the Land) di Duilio Coletti, 1948

- Il monastero di Santa Chiara (The Monastery of Saint Clare), di Mario Segni, 1949

- Tutti a casa (Everybody Home) di Luigi Comencini, 1960 [video]

- Kapò di Gillo Pontecorvo, 1960 [video 1, video 2, video 3, video 4, video 5, video 7, video 8, video 9, video 10, video 12, video 14, video 15 {i numeri si riferiscono ai titoli presenti su You Tube}]

- L’oro di Roma (The Gold of Rome) di Carlo Lizzani [video]

- Vaghe stelle dell'Orsa (Sandra) di Luchino Visconti, 1965 [video {La madre di Sandra dice alla figlia: "Tu hai sangue ebreo come lui. Tu sei corrotta, come lui!"}]

- Andremo in città (We'll Go to the City) di Nelo Risi, 1966, basato sul romanzo omonimo di Edith Bruck

- Il giardino dei Finzi Contini (Garden of the Finzi-Continis) di Vittorio De Sica, 1970, basato sul romanzo omonimo di Giorgio Bassani

- Diario di un italiano (Diary of an Italian) di Sergio Capogna, 1971, basato sul racconto 'Wanda' di Vasco Pratolini

- Il Portiere di notte (The Night Porter) di Liliana Cavani, 1974

- Pasqualino Settebellezze (Seven Beauties) di Lina Wertmüller, 1976 [video {inizio del film, con sottotitoli in inglese}]

- La linea del fiume (The Line of the River) di Aldo Scavarda, 1976

- Prima della lunga notte - L’ebreo fascista (Before the Long Night - The Fascist Jew) di Francesco Molé, 1980, basato sul romanzo Un ebreo nel Fascismo (A Jew during Fascism) di Luigi Preti, 1974

- Storia d’amore e d’amicizia (Story of Love and Friendship) di Franco Rossi, 1982

- La Storia (History) di Luigi Comencini, 1987, basato sul romanzo omonimo di Elsa Morante

- Gli occhiali d’oro (The Golden Eyeglasses) di Giuliano Montaldo, 1987, basato sul romanzo omonimo di Giorgio Bassani

- Jona che visse nella balena (Jonah Who Lived in the Whale) di Roberto Faenza, 1993 [video 1, video 2 {finale}]

- 18.000 giorni fa (Eighteen Thousand Days Ago) di Gabriella Gabrielli, 1994

- La vita è bella (Life Is Beautiful) di Roberto Benigni, 1997 [video 1 {discorso di Guido Orefice sul Manifesto della razza}]

- La tregua (The Truce, alias The Reawakening) di Francesco Rosi, 1997, basato sul romanzo di Primo Levi

- Canone inverso (Making Love) di Ricky Tognazzi, 2000, basato sul romanzo di Paolo Maurensig [video]

- Il cielo cade (The Sky Is Falling) di Andrea e Antonio Frazzi, 2000, basato sul romanzo omonimo di Lorenza Mazzetti

- Concorrenza sleale (Unfair Competition) di Ettore Scola, 2001

- Perlasca: Un eroe italiano (Perlasca: The Courage of a Just Man) di Alberto Negrin, 2002 [trailer; video 1, video 2, video 3 {in italiano, con sottotitoli in inglese} / dossier 'La Storia siamo noi' - Rai]

- La finestra di fronte (Facing Windows) di Ferzan Ozpetek, 2003 [trailer]

- Il servo ungherese (The Hungarian Servant) di Massimo Piesco e Giorgio Molteni, 2004 [video {backstage}]

- La fuga degli innocenti (The Flight of the Innocents) di Leone Pompucci, 2004

- ’43–’97 by Ettore Scola [questo breve film e' incluso in un DVD che accompagna il libro della Marcus]

Segnalo infine 3 recenti documentari, presentati al San Francisco Jewish Film Festival (2008):

- Volevo solo vivere. Gli italiani di Auschwitz ci raccontano la Shoah (I Only Wanted to Live) di Mimmo Calopresti, 2006 {trailer}
Si tratta di un documentario che segue 9 cittadini italiani sopravvissuti alla deportazione e all'internamento nel campo di Auschwitz.

- Tulip Time: The Rise and Fall of the Trio Lescano di Tonino Boniotti and Marco de Stefanis, 2007
Il Trio Lescano, un gruppo musicale formato da 3 sorelle ebree di origini olandesi, riscosse un grande successo negli anni Trenta, ma cadde in disgrazia quando il pubblico venne a conoscenza delle loro radici {video 1, video 2}

- Memoria di Ruggero Gabbai, 1997
Questo documentario mostra l'impatto delle Leggi Razziali sulla comunita' ebraica.

sabato 17 gennaio 2009

Il Futurismo in rete


Il futurismo è una delle principali avanguardie storiche del Novecento, il cui atto di fondazione è rappresentato dal “Manifesto del futurismo”, pubblicato sul quotidiano francese “Le Figaro” nel 1909 dal poeta italiano Filippo Tommaso Marinetti.

Nel 2009 cade pertanto il 100 anniversario della nascita del Futurismo. Al movimento vengono dedicate molte mostre in Italia e nel mondo. La visita dei siti dedicati alle esposizioni puo' fungere da introduzione allo studio della corrente e dei suoi principali rappresentanti.

* Futurismo 100:
+ Illuminazioni. Avanguardie a confronto (Rovereto, Mart)
+ Astrazioni (Venezia, Museo Correr)
+ Simultaneita' (Milano, Palazzo Reale)
* Le Futurism a Paris. Une avant-garde explosive (Parigi, Centre Pompidou)
* Futurism (Londra, Tate Modern)
* Unique Forms - Luca Buvoli (Londra, The Estorick Collection of Modern Italian Art)
* Futurismo. Avanguardia - Avanguardie (Roma, Scuderie del Quirinale)
* Futurismi (Aosta, Centro Saint-Benin)
* Depero. Opere della collezione Fedrizzi (Venezia, Musei Civici)
* Casa d'Arte Futurista Depero (Rovereto; riapertura 17 gennaio 2009)

La sezione "Cultura e Tempo Libero" del quotidiano "Il Sole 24 Ore" anticipa alcune pagine del volume di Emilio Gentile, La nostra sfida alle stelle. Futuristi in politica, Laterza

Altri materiali:

- Il Futurismo: le Edizioni Elettriche [Internet Culturale]
- Marinetti e il Futurismo [Internet Culturale]
- Futurismo [Irre Toscana]
- Manifesti [Giuseppe Bonghi]
- video Carmelo Bene recita un discorso futurista; Carmelo Bene legge il Manifesto del Futurismo
- italianfuturism.org a cura di Jessica Palmieri [in inglese]

mercoledì 14 gennaio 2009

La Rivoluzione francese e il cinema

Tra i tanti film sulla Rivoluzione francese ricordiamo:
- Madame Du Barry di Ernst Lubitsch (1919) [amante di Luigi XV, avversata da Maria Antonietta, ghigliottinata l' 8.12.1793]; vi e' anche un film di Edoardo Bencivenga (1915)
- Danton di Dimitri Buchowetzki (1921)
- Orphans in the Storm (Le due orfanelle) di David W. Griffith (1922), tratto dal testo teatrale The two Orphans di Eugène Cormon e Adolphe d'Ennery (1874) [scheda 1 e scheda 2; video dell'intero film]; esistono almeno altri 7 adattamenti: di Herbert Brenon (1915), probabilmente perduto, di Edoardo Bencivenga (1919), di Maurice Tourneur (1933), di Carmine Gallone (1942), di Giacomo Gentilomo (1954), di Riccardo Freda (1966) e di Leopoldo Savona (1977)
- L'Enfant-Roi di Jean Kemm (1923) [scheda]
- La Marseillaise di Jean Renoir (1938) [scheda in francese; video 1, video 2, video 3]
- Marie-Antoinette di Woody S. Van Dyke (1938) [voce enciclopedica e scheda sui costumi del film; video 1/15 in inglese]
- Andrea Chénier di Clemente Fracassi (1956)
- Si Versailles m'était conté di Sacha Guitri (1957) [la storia della reggia dalla fondazione]
- Marie Antoinette, Reine de France di Jean Delannoy (1955)
- I dialoghi delle Carmelitane di Raymond Leopold Bruckberger e Philippe Agostini (1959) dal dramma di Georges Bernanos [scheda]
- Il mondo nuovo (La Nuit de Varennes) di Ettore Scola (1982) [video in francese]
- Danton di Andrzej Wajda (1983), tratto da L'Affaire Danton di Stanislawa Przybyszewska [recensione blog NonSoloProust; video 1/19]
- Les Nuits Révolutionnaires di Charles Brabant (1989), una serie televisiva in sette episodi, basata sul romanzo Les Nuits de Paris di Nicolas Rétif de la Bretonne
- Jefferson in Paris di James Ivory (1995) [scheda in inglese; video]
- L'Affaire du collier (L'intrigo della collana) di Charles Shyer (2001) [scheda in francese]
- L'anglaise et le duc di Eric Rohmer (2001), tratto dai diari di Grace Elliott, una giovane aristocratica scozzese, fervente sostenitrice della monarchia, la quale si innamora di Philippe "Egalité", duca d'Orléans e cugino di Luigi XVI, che tuttavia vota a favore della condanna a morte del re [scheda]
- Marie-Antoinette di Sofia Coppola (2006), basato sul libro di Antonia Fraser [sito]

martedì 13 gennaio 2009

"La Révolution française" di Robert Enrico e Richard T. Heffron


La Révolution française e' un film in due parti, prodotto nel 1989, in occasione del bicentenario della Rivoluzione Francese. La prima parte, intitolata Les Années lumière, fu diretta da Robert Enrico; la seconda, Les Années terribles, fu diretta da Richard T. Heffron.
Il film si propone di mostrare una fedele e neutrale storia dell'evento, dalla convocazione degli Stati Generali alla morte di Robespierre.

Attivita' didattiche classe IV:
Guarda i vari episodi [in francese] e rispondi alle domande:
* video 1/31
- Chi sono i due ragazzi che compaiono all'inizio del film? Che cosa li rattrista?
- Come vengono ritratti Luigi XVI e Marie Antoinette?
- Cosa fa notare Necker al re? Cosa gli suggerisce di fare?
- Che cosa rappresentano i "Cahiers de doléances"?
- Cosa vede Camille Desmoulins al suo rientro in citta'? Perche' non si trova a Versailles?
* video 2/31
- Come si presenta il re davanti ai rappresentanti degli Stati Generali (4:52)? Cosa auspica? Cosa sottolinea a proposito del suo potere?
- Come reagiscono i rappresentanti dei tre ordini?
* video 3/31
- Dove e perche' i rappresentanti del Terzo stato si riuniscono?
- Come reagisce il re?
- Cosa dichiara Mirabeau?
- Cosa fa Necker?
- Cosa Desmoulins incita i parigini a fare?
* video 4/31
- Quanti prigionieri c'erano alla Bastiglia?
* video 5/31
- Che cosa apprende il re una volta a Parigi?
* video 6/31
- Perche' la coccarda ha i colori blu, rosso e bianco?
- Cosa stabilisce l'Assemblea Nazionale?
- Quali principi vengono fissati nella "Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino"?
- Quale rischio viene sottolineato da Mirabeau?
* video 7/31
- Che cosa viene appeso ai muri di Parigi?
- Perche' il popolo e le donne di Parigi marciano su Versailles?
* video 8/31
- Che cosa chiede il popolo di Parigi al re?
* video 9/31
- Una volta rientrato nella capitale, dove alloggia Luigi XVI?
- Che cosa suggerisce il re a Mr. Guilloten per migliorare la sua invenzione?
* video 10/31
- Una volta accettata la Costituzione, quale titolo assume il re?
* video 11/31
- Perche' il re sigla la "Costituzione civile del clero"?
* video 12/31
- Una volta fallito il tentativo di fuga del re e della famiglia reale, che cosa propongono i cordiglieri?
- Come Marat chiama Luigi?
* video 13/31
- Perche' il re accetta di dichiarare la guerra?
* video 14/31
- Quale canto divenne l'inno della rivoluzione?
- Che cosa si augura Robespierre?
* video 15/31
- Che cosa fanno alcuni sanculotti guidati da Danton?
- Che cosa decide di fare Luigi quando il palazzo delle Tuileries viene preso d'assalto?
* video 16/31 [fine della prima parte]
- Che cosa decidono i deputati dell'Assemblea?
* video 17/31 [inizio della seconda parte]
- Dove viene trasferita la famiglia reale?
* video 18/31
- Che cosa accadde quando la fortezza di Verdun cadde in mano degli Austriaci?
* video 19/31
- Quale calendario venne adottato?
- Che cosa disse Saint-Just nel suo discorso alla Convenzione?
* video 20/31
- Come si svolse il processo al re?
* video 21/31
- Come si svolse l'esecuzione di Luigi XVI?
- Che cosa concordano Danton e Robespierre?
* video 22/31
- Che cosa accadde al figlio di Luigi XVI?
- Che fine fece il capo dei girondini Brissot?
* video 23/31
- Che fine fece Marat?
- Che cosa decise il Comitato di salute pubblica?
- Quali accuse vennero rivolte alla regina a proposito del Delfino, il futuro Luigi XVII?
* video 24/31 [costanti difficolta' di connessione]
* video 25/31, video 26/31, video 27/31, video 28/31
- Che fine fecero i principali esponenti della Rivoluzione: Hebert, Desmoulins e Danton?
* video 29/31, video 30/31 e video 31/31
- Che fine fecero Saint-Just e Robespierre?

domenica 11 gennaio 2009

Libri in TV / Libri alla radio: i programmi della Rai dedicati alla pagina scritta

Alcuni documenti della Rai e di Cultura italia, qui sostanzialmente riprodotti con l'aggiunta di link e lievi variazioni, ci aiutano ad affrontare il tema.

Si tratta di "Tutti i libri della Rai" e La biblioteca della Rai: gli appuntamenti in TV e gli appuntamenti alla radio.

Molti sono i programmi radiofonici e televisivi che si occupano di libri e offrono agli ascoltatori una serie di incontri con intellettuali che si raccontano ai microfoni, o permettono di scoprire grandi romanzieri, le novità, il fascino dei personaggi letterari, le abitudini e le piccole manie del leggere e, soprattutto il piacere della lettura. Ecco di seguito un elenco dei programmi Rai dedicati ai libri, per poter scegliere nell’ambito di un’offerta ricca e variegata.

Benjamin e' una rubrica del Tg1 condotta dallo stesso direttore Gianni Riotta.
Sezioni:
- I libri della vita: i titoli indicati da scrittori, artisti e intellettuali;
- La biblioteca di Benjamin: recensioni, consigli di lettura, incontri con gli scrittori;
- Le stanze dello scrittore: gli autori aprono la porta delle stanze dove vengono alla luce le opere letteararie;
- Un libro al giorno: telegrafiche segnalazioni di lettura, a cura della redazione del TG1;
- Libri e non solo: notizie dal variegato mondo editoriale.
La trasmissione va in onda in due diverse versioni, la domenica nel Tg1 delle 13.30 (per la durata di 4-5 minuti) e del Tg1 Notte (8-10 minuti).

L'appuntamento. Scrittori in Tv è un programma di Raiuno in onda il venerdì in terza serata (0:20), che mette a confronto fra loro il libro, l'autore e i critici, collegati tra le varie città italiane. Si tratta di trenta minuti articolati in più spazi, con numerosi scrittori ospiti e i vincitori dei più noti premi letterari italiani come lo Strega. Lo spazio più originale della rubrica è sicuramente l'incontro tra chi ha letto il libro e chi l'ha scritto.

Achab libri in onda va in onda su Raidue dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 11. Il programma propone la recensione di romanzi, le opere di narrativa più interessanti della stagione letteraria, e interviste agli autori italiani e stranieri.

Per un pugno di libri è un "book game" che coinvolge gli alunni delle ultime classi dei licei nella lettura di un grande classico della letteratura, sul quale vengono poste le domande del gioco che permettono di vincere un montepremi di soli libri. Il programma, che va in onda la domenica alle 18 su Raitre, condotto da Neri Marcorè con Piero Dorfles, si avvale di contributi filmati di grandi nomi della letteratura e del giornalismo, e ospiti in studio.

Anche di notte si parla di libri: tra le proposte notturne di Rai Notte segnaliamo:
- Quarto potere, il settimanale legato ai libri di attualità con prevalenza di tematiche sociali;
- Focus, dedicato alla saggistica di ogni tipo, prevalentemente a sfondo critico letterario;
- Quasi le sette, un quindicinale dedicato alla saggistica a sfondo politico;
- Good news, un settimanale di Gabriele La Porta con Simona Olive, dedicato alla saggistica ambientalista.

Cult Book, il programma di Rai Educational, in onda il giovedì alle 00.40 su Raitre, è dedicato ai volumi culto di ieri e di oggi. Nato per promuovere la lettura attraverso un linguaggio nuovo, capace di sfruttare la potenza evocativa delle immagini con spazio alla poesia, non solo attraverso speciali reading o interviste ai suoi maggiori protagonisti, ma anche attraverso videopoesie che, con una miscela di lettura, grafica e immagini, offrono la possibilità di assaporare alcuni versi significativi.

Taccuino Italiano, il programma quotidiano di Rai Italia radio diffuso in tutto il mondo da Satelradio e curato da Augusto Milana, dà ai libri ampio spazio della sua programmazione. Nella diretta, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 16 (ora italiana), vengono ospitati periodicamente autori di libri legati alle problematiche affrontate nella puntata. Settimanalmente, Andrea di Consoli si sofferma sulla letteratura legata ai luoghi ed agli eventi della storia italiana.

Libri in onda e' una rubrica radiofonica, in onda il venerdì alle 00.30 e trasmessa in tutto il mondo da Satelradio. Può essere ascoltata in diretta anche sulle frequenze del Notturno italiano o scaricata in formato mp3. La trasmissione è dedicata ai romanzi e ai saggi scritti da autori italiani con interviste e recensioni. All'interno della rubrica, che dura mezz'ora, c'è uno spazio specifico su libri e cinema condotto da Susanna Rotunno.

Incontri e' una rubrica televisiva settimanale, in onda più volte nell'arco della settimana su Rainews24. Può essere definita specchio della cultura di 54 Paesi del mondo, con video e testi consultabili on line sul sito del canale all news della Rai [mappamondo degli autori].

Fuori scaffale è una rubrica del Giornale Radio1. Ideata e condotta da Marco Tesei, va in onda ogni domenica nel Gr1 delle 13 da ben dieci anni.

L'Argonauta va in onda la domenica fra le 23.15 e le 23.30 su Radio1 ed è strutturato in una serie di piccoli "contenitori" specializzati, spesso con sigla musicale, che esaminano, anche in maniera polemica e satirica, i vari aspetti del mondo culturale ed editoriale, con riferimento specifico ai libri, ma non solo.

Contemporanea (leggere raccontare riflettere) è la rubrica di Radio1 in onda tutte le domeniche dalle 10.15 alle 10.28. Tendenze, dibattiti, novità letterarie, teatrali o cinematografiche vengono raccontate dai protagonisti, a colloquio con il conduttore, Ennio Cavalli.

L'altra rubrica del giornale radio è Il libro della domenica, in onda all' interno del Gr2 delle 7.30, condotta a turno da Alessandra Rauti e Marco Tesei e propone un libro da leggere, solitamente un giallo.

Libro oggetto, rubrica di Radio2, curata da Claudio Licoccia, va in onda il sabato, dalle 20 alle 20.30; offre agli ascoltatori uno spazio dedicato ai libri, alla lettura e a tutto quanto vi ruota intorno.

Fahrenheit è il “programma radiofonico di libri e di idee” condotto da Marino Sinibaldi. In onda dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 18 su Radio3, offre ai suoi ascoltatori interviste su temi di attualità culturale, ampie presentazioni di libri, incontri con gli autori e spazi dedicati alla letteratura per ragazzi, giochi intellettuali e ascolti musicali, la caccia ai libri introvabili e collegamenti con librerie. Inoltre, segnala festival e altre manifestazioni artistiche e letterarie ed entra nelle biblioteche dei piccoli e grandi comuni italiani. Tantissimi gli intellettuali che sono passati ai microfoni della rubrica, oltre ai più grandi scrittori italiani.
Ogni giorno suggerisce un libro, una poesia e molto altro. Si possono scaricare alcune puntate con il servizio di podcast.

Ad alta voce propone ogni mese un classico della letteratura attraverso la voce dei più noti attori italiani. Da poco l'appuntamento è raddoppiato e il programma va in onda alle 9 e alle 14 (oltre alla consueta replica notturna dell'1.30) su Radio3. Ciascun romanzo viene introdotto e concluso da una presentazione d'autore. Da almeno un anno è stata data agli ascoltatori l'opportunità di scaricare le puntate tramite il servizio di podcast che ha riscosso un grande successo, come sanno bene i fruitori di questo blog.

sabato 10 gennaio 2009

Ad Alta Voce: "Diceria dell'untore"


Dal 12 gennaio 2009 Roberto Herlitzka legge Diceria dell'untore di Gesualdo Bufalino, per la serie "Ad Alta Voce".

[- materiali sullo scrittore siciliano
- Dal libro e' stato tratto il film omonimo (1990), regia di Beppe Cino]

venerdì 9 gennaio 2009

Tredici percorsi tematici multimediali

Tredici percorsi tematici multimediali e' un progetto curato dal prof. Roberto Crosio presso l'ITC "Cavour" di Vercelli.
La consultazione del sito puo' risultare utile a un docente di lettere per preparare una prova scritta della tipologia B - ambito artistico-letterario, oppure un'unita' centrata su un tema, anziche' su un autore, un genere o un movimento.
Uno studente di V puo' trovare interessanti spunti per l'elaborazione della prima parte del colloquio.
Le tematiche affrontate sono: bellezza, citta', guerra, identita' - doppio, inconscio, inettitudine, memoria, mito - religione, notturno - lunare, poesia, umorismo, rivolta, viaggio.

giovedì 8 gennaio 2009

"Io so". Pasolini e Saviano a confronto.

Il 14 novembra 1974 il "Corriere della Sera" pubblico' un famoso articolo di Pier Paolo Pasolini intitolato Cos'e' questo golpe? Io so, nel quale esprimeva la sua visione dell'intellettuale e dei suoi rapporti con il potere [video].

Nel capitolo Cemento armato del suo libro Gomorra (2006), Roberto Saviano riprende abilmente lo scritto di Pasolini. Egli racconta di essersi recato a Casarsa, sulla tomba dello scrittore, e di avere iniziato ad articolare il suo "io so", l'io so del nostro tempo.
Queste pagine erano state anticipate, sebbene in una versione parzialmente diversa, dalla rivista "Nuovi Argomenti" n°32 ottobre-dicembre 2005 e si trovano online al sito della rivista "Nazione Indiana".

Attivita' didattiche classe V:

1. Analisi del testo dell'articolo di Pasolini
2. Analisi del testo dello scritto di Saviano
3. Confronta dal punto di vista contenutistico e stilistico i testi di Pasolini e Saviano.

mercoledì 7 gennaio 2009

Dialogo de Cecco di Ronchitti da Bruzene

Il Dialogo de Cecco di Ronchitti da Bruzene in perpuosito de la stella nuova e' un'opera scritta in stretto dialetto padovano, che fa riferimento alla nova apparsa il 10 ottobre 1604. Su questa apparizione Galileo tenne tre lezioni. Non appena il Dialogo venne pubblicato (1605), corse voce che fosse di Galileo. Indagini precise hanno mostrato come sotto lo pseudonimo si nasconda un monaco benedettino, D. Girolamo Spinelli, molto vicino allo scienziato. Secondo alcuni cultori di studi galileiani, questo Dialogo fu scritto da Spinelli, ma Galileo collaborò forse direttamente alla stesura, oltre che a dare le direttive per la parte scientifica.

Astrocultura - Unione Astrofili Italiani riporta alcuni brani nella trascrizione in lingua di Antonio Favaro (1881).

La stella venuta di fresco (2004) di Giosuè Boetto Cohen, 27’, e' un documentario, prodotto dall'Università degli Studi di Milano nell'ambito del Master in Comunicazione Scientifica 2003/04, che ripercorre la storia della nova del 1604, dalla sua prima osservazione e dai primi studi di Kepler e Galilei, fino alle interpretazioni del fenomeno fornite della moderna astrofisica. Nel documentario vengono recitati alcuni passi del Dialogo de Cecco di Ronchitti da Bruzene in perpuosito de la stella nuova, in dialetto padovano {scheda}

martedì 6 gennaio 2009

Galileo e il cinema


La figura di Galileo ha ispirato molti registi. Ricordiamo i seguenti film:
- Galileo Galilei (1909), regia di Arturo Ambrosio e Luigi Maggi, durata 19', IT [scheda]
- Galileo (1911), regia di Theo Frenkel, 17', GB
- Leben des Galilei (1947), noto anche come Galileo, regia di Ruth Berlau e Joseph Losey, 30', USA
- La vita di Galileo (1962), regia di Egon Monk, 110', per la TV
- Lamp at midnight (1966), regia di George Schaefer, 76', USA, per la TV
- Galileo (1968), regia di Liliana Cavani, 110', Bulgaria-IT [video 1, in italiano con sottotitoli in spagnolo]
- Galileo (1974), regia di Raúl Araiza, 30', Messico
- Galileo (1975), regia di Joseph Losey, 103', GB
- Galilei (1977), regia di Otto Adam, Ungheria, per la TV
- Galileo: on the Shoulders of Giants (1980), di David Devine, Canada, per la TV
- Galilei (1984), regia di Mihail Badica, Danimarca
- Eppur si muove! (1989), noto anche come Galileo Galilei, regia di Ivo Barnabò Micheli, D-IT, per la TV
- Galileo (1999) regia di James Joseph, 92', India
- Galilée, le messager des étoiles (1999), regia di Jean-Claude Lubtchansky, 54', FR ["quaderno didattico" in francese]
- Galilée ou l'amour de Dieu (2005), regia di Jean-Daniel Verhaeghe, 90', FR, per la TV [scheda in francese]

Attivita' didattiche:
* scrivi una sintesi delle 4 sequenze del video 1 (Cavani)

lunedì 5 gennaio 2009

Galileo e Brecht

Vita di Galileo (titolo originale Leben des Galilei) e' un testo teatrale di Bertolt Brecht, di cui esistono varie versioni, come ben documenta la voce dell'enciclopedia Wikipedia.

In Italia lo spettacolo e' stato messo in scena varie volte dal Piccolo Teatro di Milano: nel 1962/63 [documentazione d'archivio] e nel 63/64 [documentazione d'archivio], con la regia di Giorgio Strehler; nel 2006, con regia di Maximilian Mazzotta [documentazione d'archivio]; nel 2007, regia di Antonio Calenda, con Franco Branciaroli [video]

domenica 4 gennaio 2009

Galileo in rete


Molto ricca, con link alle opere in versione digitale [Wikisource], e -come consueto- a personaggi, luoghi e dati citati, e' la voce dell'enciclopedia Wikipedia, identificata come una delle migliori voci prodotte dalla comunita' di volontari che redigono i testi. Voci correlate, altrettanto eccellenti, sono le seguenti: processo a G. G. , Sentenza di condanna e Abiura [Wikisource], "E pur si muove!".

La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, presso cui si conserva il Fondo Galileiano, ossia quasi tutti gli autografi di Galileo esistenti e molte opere a stampa sue e dei protagonisti della tenzone scientifica intorno alla figura dello scienziato pisano, organizza dal 5 dicembre 2008 al 28 febbraio 2009 la mostra Galileo e l’universo dei suoi libri.
La straordinaria versione digitale dell'esposizione, oltre alle consuete sezioni sulla vita e sulle opere, permette di "sfogliare" sia i testi autografi e le prime edizioni a stampa sia i testi posseduti dallo scienziato.
La produzione di Galileo e' presente in maniera pressoché completa, anche con più esemplari delle stesse edizioni, che si aggiungono alle redazioni manoscritte.
Pertanto, e' possibile consultare: l' edizione del Sidereus Nuncius (1610), l' edizione del Saggiatore (1623); l' edizione del Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo, tolemaico e copernicano (1632), l' autografo del Sidereus Nuncius.
I volumi della biblioteca di Galileo sono suddivisi in: opere scientifiche [tra cui testi di Tommaso Campanella, Niccolo' Copernico, Tycho Brahe, Johannes Kepler, Orazio Grassi e Benedetto Castelli], opere letterarie [tra cui un'edizione cinquecentesca delle Rime di Petrarca, con annotazioni autografe dello stesso scienziato] e musicali [tra le quali due testi del padre Vincenzo: il Dialogo di Vincentio Galilei della musica antica e della moderna (1581) e Fronimo. Dialogo di Vincentio Galilei sopra l'arte del bene intavolare et nettamente sonare la musica (1584)] .
Vi e' anche una sezione dedicata ai rapporti tra Galileo e l'Accademia della Crusca.

L'Istituto e Museo di Storia della Scienza propone un Portale Galileo con 9 sezioni: Biografia, Galleria immagini, Opere, Bibliografia, Strumenti, Itinerari, Galilæana, Conoscere Galileo, Galileo//tech.

Data l'importanza della posizione della Chiesa romano-cattolica nelle vicende dello scienziato, molto utile e' la consultazione della voce dedicata a Galileo dal Portale di Documentazione Interdisciplinare di Scienza e Fede con rimandi diretti a encicliche e famosi discorsi del pontefice Giovanni Paolo II (1983, 1992). [La voce e' di William A. Wallace]

Il volume I documenti del processo di Galileo Galilei, a cura di Sergio Pagano (collaborazione di Antonio G. Luciani), 1984, e' scaricabile gratuitamente dall'Archivio Segreto Apostolico Vaticano.

Tra i molti siti in inglese, segnaliamo The Galileo Project, curato dalla Rice University, almeno per la sezione dei ritratti di Galileo; di altri scienziati solitamente collegati al Nostro, come Copernico o Keplero; di altre figure come il cardinal Bellarmino, Urbano VIII o Cristina di Lorena. Interessanti, da un punto di vista didattico, i progetti degli studenti.

Una piu' ricca iconografia galileiana e' presente al sito "Il laboratorio di Galileo Galilei" a cura di Roberto Vergara Caffarelli.

Sebbene esulino dai campi a cui questo blog e' dedicato, segnaliamo agli studenti interessanti pagine, con bellissimi filmati, sul cannocchiale, sul compasso, sul microscopio, sull' astrolabio.

venerdì 2 gennaio 2009

"Storia della letteratura italiana" di Antonio Piromalli

La Storia della letteratura italiana di Antonio Piromalli (1920-2003) e' una delle pochissime storie letterarie finora [gen. 2009] consultabili online.

Dalla Presentazione: "Di letteratura italiana si occupano apparentemente una miriade di siti web, ma molti di essi sono soltanto caotici ammassi di pubblicità. Tra quelli restanti si individuano [...] numerosi siti, anche di grande valore documentario, dedicati a singoli autori.
Utilissimi e meritori anche i siti che danno accesso ad archivi e cataloghi, e quelli che promuovono la pubblicazione in rete di testi letterari.
Sono pochi i siti che propongono una visione storica d'insieme della letteratura italiana; pur risultando talora utili e ben realizzati, sono generalmente costituiti dall'assemblaggio di materiali eterogenei.
[...] Dopo la storica opera del De Sanctis, questa storia della letteratura italiana di Antonio Piromalli è dunque - per quanto consta - anche la più recente storia letteraria italiana liberamente e integralmente consultabile oggi attraverso internet."

* indice