venerdì 30 ottobre 2009

Imaginaire de l’Arioste, l’Arioste imaginé

Imaginaire de l’Arioste, l’Arioste imaginé

L'Orlando furioso in Valtellina


Il "Salone dell' Onore" del Palazzo Besta di Teglio (SO) conserva una fascia di affreschi cinquecenteschi lungo le pareti, raffiguranti "Storie dell'Orlando Furioso".
Le 21 immagini, inquadrate da una cornice rossa, divise da colonne e sovrastate da lunette con ritratti racchiusi in cornici tonde, mostrano infatti svariati episodi del poema di Ludovico Ariosto. Ad ogni riquadro corrisponde un motto in latino, tratto dagli Adagia di Erasmo da Rotterdam. Una particolarita' degli affreschi e' che il pittore, rimasto anonimo, si e' ispirato alle immagini presenti nell'edizione pubblicata a Venezia da Gabriele Giolito de Ferrari nel 1542, testo che doveva far parte della biblioteca dei Besta.
Ecco l'elenco [incompleto] dei 21 riquadri:
I. Storia di Gabrina: Gabrina cerca di convincere Filandro a diventare suo amante (Canto XXI, 17-18)
II. Storia di Gabrina: Gabrina inganna Argeo (Canto XXI, 20-24 e 28)
III. Storia di Gabrina: Gabrina inganna Filandro per fargli uccidere Argeo (Canto XXI, 29-37)
IV. Storia di Gabrina: Gabrina uccide Filandro e il medico (Canto XXI, 58-59)
V. Storia di Ginevra: Dalinda accoglie Polinesso (Canto IV, 58; Canto V, 10-11 e 15-17; Canto VI, 5)
VI. Storia di Ginevra: Dalinda e Polinesso (Canto V, 19-10, 22, 27-35)
VII. Storia di Ginevra: Polinesso inganna Dalinda e Ariodante (Canto V, 46-52)
VIII. Storia di Ginevra: Ariodante tenta il suicidio (Canto V, 53-57; Canto VI, 5-6)
IX. Storia di Ginevra: Lurcanio denuncia Ginevra e Rinaldo salva Dalinda (Canto IV, 59 e 70; V, 63-65)
X. Storia di Ginevra: Rinaldo interrompe il duello tra Lurcanio e il cavaliere misterioso (Canti IV, 63; Canto V, 75 e 83-86)
XI. Storia di Ginevra: Rinaldo uccide Polinesso e lieto fine delle vicende di Ginevra e Dalinda (Canto V, 86 e 88; Canto VI, 8-9 e 14-16)
XII. Storia di Angelica: Ruggiero salva Angelica
XIII. Storia di Angelica: Angelica fugge da Ruggiero grazie all'anello (Canto X, 114; Canto XI, 2 e 6-7)
XIV. Donne ingrate in amore
XV. Ciclo delle Allegorie: Lo Sdegno libera Rinaldo dalla Gelosia (Canto XLII, 64)
XVI. Ciclo delle Allegorie: Allegoria della Discordia (Canto XIV, 82-84)
XVII. Ciclo delle Allegorie: La Valle del Sonno (Canto XIV, 93)
XVIII. Ciclo delle Allegorie: Allegoria della Cupidigia
XIX.
XX. Ciclo delle Allegorie: Allegoria dell'Ozio (?) (Canto VI, 63)
XXI. Astolfo in volo verso la Luna

* Guarda il ciclo in alta definizione [Halta Definizione]

* Guarda il video di Clara Castoldi [Abriga.it]

Un secondo ciclo di immagini affrescate è presente a Talamona (SO), sulla facciata di casa Spini-Valenti. L'impianto decorativo e' organizzato su tre ordini, sul piu' elevato del quale sono raffigurate sei scene dell'Orlando Furioso. Le scene erano dipinte a monocromo come se si trattasse di rilievi bronzei; in quelle ancora leggibili sono stati riconosciuti Bradamante, Ruggiero, Angelica, l'ippogrifo ed altri personaggi del poema.

Un terzo ciclo, seppur ridotto in numero di immagini e dimensioni, si trova a Castel Masegra a Sondrio. Il soffitto di una saletta al primo piano e' costituito da una volta ad ombrello, riccamente decorata, che presenta otto medaglioni e quattro lunette con raffigurazioni tratte dal Furioso.

L'Università di Pisa ha avviato una importante ricerca intitolata L'Orlando Furioso e la sua fortuna figurativa. Ricerche per un archivio digitale di parole e immagini. " Benché la trasposizione in immagini del Furioso sia stata oggetto di numerosi sondaggi, essa non è stata studiata in modo sistematico né come un episodio della storia della ricezione del poema né come un momento rappresentativo della storia delle idee e del particolare rapporto che nel XVI secolo vincola parola e rappresentazione visiva anche sotto il profilo epistemologico.
Questo progetto si propone di indagare la fortuna figurativa del poema che si esprime sia nelle illustrazioni legate al supporto tipografico (si tratterà allora di studiare le immagini sotto il profilo tecnico-artistico e nel loro rapporto con il testo) sia nella produzione artistica in ambito italiano con particolare attenzione al XVI secolo (e con incursioni anche nei secoli XVII e XIX). "

Una copia del testo dell'Orlando Furioso edita dal de Ferrari (in un'edizione del 1547) e' custodita presso la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano.

L'Orlando Furioso in Valtellina e' il titolo di una mostra organizzata a Teglio dal 4 luglio al 10 settembre 2009, sulla base della quale e' stato possibile raccogliere tutte le informazioni del post.

giovedì 22 ottobre 2009

"The Wave"


Mesi fa una collega che era al corrente della mia esperienza didattica negli Stati Uniti, mi chiese di parlare alle studentesse di un liceo socio-psico-pedagogico della scuola americana. Un aspetto che mi interessava sviluppare era quello della violenza, ben descritto in alcuni film come Bowling for Columbine (2002) di Michael Moore o Elephant (2003) di Gus Van Sant [a cui magari dedichero' un prossimo post].
In quei giorni stava uscendo in Italia Die Welle (2008) di Dennis Gansel [intitolato in italiano L'onda].
Mentre cercavo del materiale per le lezioni, ebbi l'occasione di visionare -grazie a You Tube- l'intero film americano che sta alla base del remake tedesco.
Questo film e' di grandissimo interesse per vari motivi: psicologici, pedagogici, sociologici e storici.

Todd Strass ha dichiarato: "L'uccisione di 6 milioni di Ebrei (piu' migliaia di altri "indesiderabili") potrebbe essere vista come un evento lontano dalla nostra vita. Ma non e' cosi'. Sei consapevole che simili massacri di gente innocente continuano ai nostri giorni?" Questo e analoghi interrogativi vanno posti alle nuove generazioni.

Ecco le attivita' didattiche che proposi alla classe del Liceo Anguissola:
Leggi la voce della versione inglese enciclopedia Wikipedia The Third Wave, relativa all’esperimento che un insegnante, Ron Jones, condusse nel 1967 a Palo Alto.
- In che cosa consistette l’esperimento?
- Cosa Jones chiese agli studenti di fare nei vari giorni?
Leggi la voce The Wave (TV special), relativa al film per la tv, diretto nel 1981 da Alexander Grasshoff.
Il film puo’ essere visto su YouTube:
Parte 1
Parte 2
Leggi la voce The Wave (book), relativa al romanzo di Todd Strasser (1981) [uso’ lo pseud. Morton Rhue]
- Descrivi i vari personaggi
- Quali informazioni si possono ricavare sulla societa’ e sulla scuola americana negli anni ’80?
- Discuti con i compagni il tuo parere sul film.
Leggi la voce The Wave (2008 film), relativa al film Die Welle, diretto da Dennis Gansel nel 2008 {di questa voce esiste anche la corrispondente in italiano}
- Discuti con i compagni sulla possibilita’ che un esperimento del genere possa realizzarsi in Italia.

Un post del blog Catalepton fornisce link a recensioni e altri spunti.

mercoledì 21 ottobre 2009

La Gioconda coi baffi


Guarda opere moderne e contemporanee ispirate a Leonardo e, in particolare, alla Gioconda e all' Ultima cena {Virtual3D e Advance Imaging & Zooming System Arounder / alta definizione}.

Anche il blog Catalepton offre una notevole raccolta di immagini di opere ispirate al Cenacolo.

Attivita' didattiche:
- Cerca informazioni sugli artisti segnalati da Leonardo Light e da Catalepton
Esempio: Marcel Duchamp, L.H.O.O.O, 1919

Leonardo . The Ideal City


"Even if Leonardo da Vinci never projected an ideal city, he left us so many drawings of buildings and machines related to the city and urban life.
For this reason it was possible to carry out the big challenge of proposing an "ideal city" that Leonardo could have projected assembling the most of this studies."

The project "Leonardo. The Ideal City" was made by The National Science and Technology Museum, Milan.

Leonardo Virtuale


Leonardo Virtuale è una "sezione digitale" del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, realizzata congiuntamente con il Politecnico di Milano. La sezione è dedicata alle macchine di Leonardo.

"Leonardo Virtuale è diviso in due chiostri: Leonardo Scienziato e Leonardo Tecnologo.
Il visitatore entra nel primo chiostro, quello di Leonardo scienziato, nel prato del chiostro, al cui centro, come una statua, l'attrezzo per la prova dell'ala battente ricorda l'interesse di Leonardo per il volo.
Dal prato si può passare volando al primo piano.
Al primo piano ci sono le stanze di quattro macchine animate: l'aliante, le carrucole, la vite aerea e il paracadute.
Il secondo chiostro è identico al primo, tranne che per le macchine ospitate, sempre al primo piano: la draga lagunare, il battipalo, il ponte girevole su barche e la nave veloce speronatrice (non animata)."

Il progetto, realizzato nel 2000, ha ricevuto molti premi, tra cui il riconoscimento americano alla conferenza “Museums & Web”.

Leonardo Speciale


Leonardo Speciale e' una sezione del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia dedicata al genio vinciano. La ricca documentazione e' articolata nelle seguenti sezioni: Vita e opere, Approfondimenti, Leonardo light [giochi e video].

martedì 20 ottobre 2009

Leonardo e il cantiere del Duomo di Milano


Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano presenta un progetto che racconta, a partire da documenti storici, il cantiere della Fabbrica del Duomo.

Il progetto, intitolato Leonardo e il cantiere del Duomo di Milano, e' promosso in partnership con l’Associazione Iris - Insegnamento e Ricerca Interdisciplinare di Storia, in collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo e con il sostegno della Fondazione Cariplo.

L'obiettivo e' quello di far conoscere le circostanze in cui si sviluppo' il cantiere della Fabbrica del Duomo. Il metodo e' innovativo: una rigorosa ricerca sui documenti d’archivio viene presentata con un approccio divulgativo, particolarmente adatto a giovani studenti.

Attivita' didattiche:
- Man mano che consulti il sito appunta alcune informazioni su:
Antonio da Saluzzo, Gian Galeazzo Visconti, Francesco Sforza, Galeazzo Maria Sforza, Ludovico Maria Sforza detto il Moro,
Simone da Orsenigo, Marco da Campione, Gabriele Stornaloco, Antonio Averulino detto il Filarete, Giovanni Solari, Guiniforte Solari, Giovanni Antonio Amadeo, Leonardo da Vinci, Donato di Angelo di Pascuccio detto il Bramante, Johannes Nexemperger, Luca Fancelli, Gian Giacomo Dolcebuono, Francesco di Giorgio Martini, Carlo Amati.

lunedì 12 ottobre 2009

Bobbio e il suo mondo


Una interessante fotogalleria pubblicata dal quotidiano "la Repubblica" in occasione della mostra "Bobbio e il suo mondo. Storie di impegno e di amicizia nel '900" presenta molte immagini di alcune delle personalità più significative della vicenda culturale italiana del Novecento. Vi compaiono: Leone Ginzburg, Giorgio Agosti, Franco Antonicelli, Massimo Mila, Vittorio Foa, Cesare Pavese, Sandro Galante Garrone, Giulio Einaudi, Ada Gobetti e Franco Venturi.

"Norberto Bobbio (Torino, 1909 – 2004) è stato testimone e protagonista tra i più eminenti del Novecento. La sua opera sterminata ha contribuito a plasmare la cultura politica e giuridica del suo tempo e del nostro. L´incidenza del suo magistero intellettuale e morale è stata ed è ancor più vasta della sua produzione scientifica. Uomo del dialogo, con il rigore e la chiarezza dei suoi interventi è riuscito a coinvolgere nella discussione dei problemi pubblici non soltanto studiosi di tutto il mondo, ma anche molti cittadini, per i quali è diventato il simbolo e la coscienza critica dell'Italia civile." [Fonte: sito del Centenario Bobbio]

Attivita' didattiche:
- Documentati sulla figura e l'opera di Norberto Bobbio
- Cerca informazioni sugli intellettuali citati.

mercoledì 7 ottobre 2009

Genova dal bianco e nero al colore


Grazie all'uso di vecchie cartoline in bianco e nero e recenti fotografie a colori, il documentario di Paolo Micai, Genova dal bianco e nero al colore, ci mostra le tante trasformazioni della citta' ligure.

Il video e' stato tratto dal canale The Genoa Municipality Channel il quale fa a sua volta "parte del Progetto GENOVA CITTA' DIGITALE avviato dal Comune di Genova per lo sviluppo di iniziative avanzate nel campo dell'ICT.
Il canale propone video storici e di attualita' su Genova organizzati in Playlist tematiche atte ad una più facile fruizione dei contenuti che interessano ai visitatori.
Con un arricchimento dell'archivio continuo, il canale si propone come un "luogo virtuale" unico nel suo genere nel campo della presenza delle pubbliche amministrazioni su YouTube, che merita certamente una visita approfondita."

martedì 6 ottobre 2009

Liberty, Equality, Fraternity. Exploring the French Revolution


" Liberty, Equality, Fraternity. Exploring the French Revolution is an accessible introduction to the French Revolution, presenting a broad archive of some of the most important documentary evidence from the Revolution, including 338 texts (personal memoirs, official reports, newspaper articles, treatises, eyewitness accounts—most of them translated from French to English and edited for the student and general reader), 245 images, and a number of maps and songs. Lynn Hunt of UCLA and Jack Censer of George Mason University—both internationally renowned scholars of the Revolution—served as principal authors and editors. The site is a collaboration of Center for History and New Media (George Mason University) and American Social History Project (City University of New York)."

The website won a Merlot Award for Exemplary Online Learning Resource. "

lunedì 5 ottobre 2009

Ad Alta Voce: "Sorelle Materassi"


Sorelle Materassi di Aldo Palazzeschi e' il romanzo che Ad Alta Voce propone ai radioascoltatori a partire dal 5 ottobre. La lettura e' affidata all'attore Paolo Poli.

[Nel 1944 Ferdinando Maria Poggioli diresse un film omonimo tratto dal romanzo, con Emma e Irma Gramatica nel ruolo delle sorelle Carolina e Teresa {Giselda Materassi era invece l'attrice Olga Solbelli, mentre la ricca Peggy, che riesce a portare Remo all'altare, era interpretata da Clara Calamai. L'allora ventottenne Massimo Serato vestiva i panni dello scapestrato nipote}.

Quasi quarant'anni dopo la Rai affido' a Mario Ferrero la regia di un famoso sceneggiato televisivo con Rina Morelli {Carolina}, Sarah Ferrati {Teresa}, Nora Ricci {Giselda} e Giuseppe Pambieri {Remo}

* video]

domenica 4 ottobre 2009

La Joconde à la loupe

"Oublier l'idole Monna Lisa et regarder la peinture... Au début du XVe siècle La Joconde marque un moment crucial dans l'évolution du portrait. Léonard de Vinci allie la monumentalité d'un corps devant un paysage à la virtuosité du rendu de la chair. Un sourire célèbre reste à découvrir." [Site du musée du Louvre]

Consulter l'oeuvre à la loupe.

A closer look at the Mona Lisa

"Forget the clichés and look at the painting. In the early 15th century, La Gioconde represented a turning point in the history of portraiture. Leonardo da Vinci linked the monumentality of a figure before a landscape with a virtuoso rendering of flesh tones. Discover the secret behind the smile..." [site of the Louvre Museum]

Take a closer look.

Make the Mona Lisa smile


Metti alla prova le tue conoscenze e il tuo inglese!

Fai sorridere Monna Lisa! e' il titolo di un gioco presente sul sito Universal Leonardo: rispondendo esattamente alle domande, il famoso personaggio leonardesco ti sorridera'; viceversa, rispondendo erroneamente, sul suo volto apparira' una smorfia di delusione.

Il gioco fa parte di una ricca serie di attivita' ludiche. Buon divertimento!

sabato 3 ottobre 2009

La battaglia di Fornovo: ricostruzione storica e fantastica


La battaglia di Fornovo 1495, a cura di Mario Taddei, industrial designer di Leonardo 3 (L3), ricostruisce in modo estremamente accattivante un evento bellico dell'eta' moderna.








Leggi:
- Francesco Guicciardini, Storia d'Italia, Libro Secondo, capitoli 8 e 9

Consulta le voci dell'enciclopedia Wikipedia:
Battaglia:
- Battaglia di Fornovo
Personaggi:
- Francesco Gonzaga
- Melchiorre Trevisan
- Ferrante d'Este
- Gian Giacomo Trivulzio
- Carlo VIII

Guarda le rappresentazioni artistiche:
- La battaglia di Fornovo, affresco [Musei Vaticani, Galleria delle Carte Geografiche]
- Maestro della Battaglia di Fornovo, La Battaglia di Fornovo [Washington, National Gallery of Art, Rosenwald Collection]
- Ilario Mercanti, detto lo Spolverini, tre dipinti posseduti dalla Galleria Nazionale di Parma [vedi sito L3]

venerdì 2 ottobre 2009

The Leonardo Notebook


Sfoglia il manoscritto Arundel MS 263, posseduto dalla British Library. Leggi e ascolta le note illustrative.

giovedì 1 ottobre 2009

Il Codice Atlantico di Leonardo


Le immagini dei volumi e delle opere più prestigiose e più interessanti della Biblioteca Ambrosiana possono essere viste in tutto il mondo a partire dalla sezione "Ambrosiana Digitale" del sito della prestigiosa istituzione milanese.

Il progetto ha preso avvio dalla pubblicazione del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, del quale possono essere sfogliate online piu' di 400 pagine.