lunedì 31 maggio 2010

Guide all'esame di stato 2010

* Corriere.it
* la Repubblica
* Treccani.it
* Studio comparativo sulla certificazione e sulle prove d'esame alla fine dell'istruzione secondaria superiore, a cura di Lina Grossi e Letizia Giampietro (INVALSI, Aprile 2010)

giovedì 27 maggio 2010

Chiodo fisso [Radio 3]: La Costituzione


Dal sito di Radio 3:

" Chiodo Fisso è uno spazio che offre nella sua brevità la tensione narrativa di un racconto.
Ogni mese "Chiodo fisso" batte su un tema. Ogni giorno torna sullo stesso tema, ma nella chiave sempre diversa del protagonista di quella singola puntata.

Dal 31 maggio 2010 CHIODO FISSO: LA COSTITUZIONE

La costituzione italiana è il nostro chiodo fisso di giugno. La possiamo conoscere, studiare, modificare, amare, difendere, superare. Ma la cosa più ovvia è anche la più difficile: attuare la costituzione.
Dalla libertà di culto dell'art. 8 ai rapporti tra Stato e Chiesa dell'art. 7, dalla libertà di impresa alla tutela dei diritti dei lavoratori, dalla libertà di stampa alla difesa della privacy, ogni diritto trova all'interno dello stesso testo legislativo una dialettica aperta. Occorre cercare e trovare un nuovo equilibrio che risponda alle esigenze dell'Italia di oggi. Ogni giorno leggiamo i singoli articoli di legge nella chiave dei "lavori in corso": non si tratta, come ci spiega il filosofo del diritto Pietro Barcellona, semplicemente di regole da rispettare ma di un patto sociale che deve essere costantemente incarnato e rinnovato. "

mercoledì 26 maggio 2010

Smarthistory


" Smarthistory.org is a free multi-media web-book designed as a dynamic enhancement (or even substitute) for the traditional art history textbook. Dr. Beth Harris and Dr. Steven Zucker began smARThistory in 2005 by creating a blog featuring free audio guides in the form of podcasts for use in The Museum of Modern Art and the Metropolitan Museum of Art. Soon after, we embedded the audio files in our online survey courses. The response from our students was so positive that we decided to create a multi-media survey of art history web-book. We created audios and videos about works of art found in standard art history survey texts, organized the files stylistically and chronologically, and added text and still images.

We are interested in delivering the narratives of art history using the read-write web's interactivity and capacity for authoring and remixing. Publishers are adding multimedia to their textbooks, but unfortunately they are doing so in proprietary, password-protected adjunct websites. These are weak because they maintain an old model of closed and protected content, eliminating Web 2.0 possibilities for the open collaboration and open communities that our students now use and expect.

In Smarthistory, we have aimed for reliable content and a delivery model that is entertaining and occasionally even playful. Our podcasts and screen-casts are spontaneous conversations about works of art where we are not afraid to disagree with each other or art history orthodoxy. We have found that the unpredictable nature of discussion is far more compelling to students, museum visitors and other informal learners than a monologue. When students listen to shifts of meaning as we seek to understand each other, we model the experience we want our visitors to have—a willingness to encounter the unfamiliar and transform it in ways that make it meaningful to them. We believe that Smarthistory is broadly applicable to our discipline and is a first step toward understanding how art history can fit into the new collaborative culture created by web 2.0 technologies.

Looking Ahead
We will continue to add new material that supports our core, the second half of the Western survey, but we very much look forward to broader collaborations with art professionals and institutions that will allow us to cover the pre-Renaissance and non-Western art. We know this material is important to our community and we look forward to developing it.

Sponsors
Smarthistory is made possible by generous grants from the Samuel H. Kress Foundation. "

* videos

---

Attivita' didattiche

* Guarda il video The Skill of Describing in cui Beth Harris ci spinge a interrogarci sull'abilita' di descrivere e sul significato dell'arte.

* Guarda uno dei 233 video in cui vengono illustrate e commentate le opere d'arte [elenco completo]
* Discuti con i compagni: cosa pensi del metodo usato dai curatori del sito?

* Guarda alcune delle opere d'arte su Flickr. L'idea dei curatori e' quella di affiancare i filmati con foto scattate nel contesto in cui l'opera d'arte si trova e addirittura con persone che la osservano, cosi' come di proporre foto da cui emergano particolari inusuali. Guarda un esempio.
* Discuti con i compagni della proposta: che differenza c'e' tra la riproduzione fotografica di un'opera come viene di solito proposta dai manuali e quella di un visitatore del museo? quali informazioni aggiuntive puo' trasmettere una foto del secondo tipo?
* Contribuisci ad arricchire il sito con le tue foto e a rendere l'arte piu' accessibile. Per farlo, devi:
1. Unirti al gruppo
2. Taggare le tue foto con il nome dell'artista
3. Sottoporre le foto al gruppo

* Consulta il ricco blog

martedì 25 maggio 2010

Il Piccolo Atlante Sociale di luogoespazio.info


PicASo (contrazione di Piccolo Atlante Sociale) "è una collezione di carte che riteniamo utili per dare un supporto alla comprensione di alcuni fatti sociali. Queste rappresentazioni consentono, da un lato, di provare a sottrarre all'oblio mediatico fenomeni che, per loro natura, raggiungono gli onori delle cronache nazionali per poco tempo, salvo essere presto dimenticati; dall'altro di mettere in luce il quadro complessivo attraverso una visione multiscalare, preservando al tempo stesso il connotato territoriale.

Le carte che compaiono in PicASo sono delle carte “vive”, perché vengono continuamente aggiornate dal gruppo di lavoro o da collaboratori del sito. La metodologia di realizzazione prevede che le carte si attengano rigorosamente alla fonte del dato; se essa è univoca, apparirà nella descrizione della carta; nel caso di fonti differenziate, non citate esplicitamente nella descrizione, l’indicazione sarà invece correlata a ciascun punto georeferenziato."

"Luogoespazio.info è uno spazio di informazione e approfondimento curato da studiosi e studiose universitari/e di diverse branche della geografia (geografia umana, economica, culturale, analisi spaziale e territoriale, geopolitica ecc.).

Si pone l'obiettivo di dare un contributo alla conoscenza e alla comprensione dei processi spaziali alle diverse scale, guardando all'attualità e fornendo un supporto "esperto" e costruttivo per il futuro; in coerenza con questo obiettivo mette idee, elaborazioni e informazioni al servizio della disciplina e della pubblica opinione."

lunedì 24 maggio 2010

Test di geografia


National Geographic propone alcuni test di Geografia, una disciplina che sta scomparendo dalla scuola italiana.

domenica 23 maggio 2010

Prima Giornata nazionale per la promozione della lettura

"I bassi indici di lettura italiani (metà della popolazione non legge neanche un libro in un anno, dati Istat 2009) rendono prioritario e urgente un “lavoro” di maggiore confidenza e familiarità tra gli italiani e il libro." Queste le ragioni che hanno indotto il Governo italiano a proclamare la Giornata nazionale per la promozione della lettura.
Gli spot pensati e interpretati dagli studenti nell'ambito della campagna "Leggere e' il cibo della mente. Passaparola!" verranno diffusi via tv e web a luglio e ottobre.
Dai un'occhiata agli eventi organizzati in occasione della Giornata.
Guarda gli spot in cui Gianrico Carofiglio, Elisabetta Parodi e Roberto Saviano promuovono la campagna "Se mi vuoi bene, il 23 maggio regalami un libro".

sabato 22 maggio 2010

Timelines: Sources from History



" Timelines is a fantastic resource for learning about culture, politics, technology and everyday life through the ages.

This British Library interactive timeline allows you to explore collection items chronologically, from medieval times to the present day.

It includes a diverse combination of texts: those that allow glimpses of everyday life (handbills, posters, letters, diaries), remnants of political events (charters, speeches, campaign leaflets), and the writings of some of our best known historical and literary figures.

Highlights of the timeline include:

* Manuscripts by great figures in history, including Henry VIII, Elizabeth I, Mozart, Wordsworth, William Blake, Jane Austen, Florence Nightingale and Dickens
* Original records of major events in history, from the Black Death and the Great Fire to the French Revolution and the abolition of the slave trade
* The first Western printed book, the first English cookery manuscript, the first English language bible and the first postage stamp
* Posters, advertisements and illustrations documenting everything from public executions and magic shows to plague cures and freak shows

Use thematic timelines, such as ‘everyday life’ and ‘politics, power and rebellion’ and 'literature, music and entertainment', to make fascinating comparisons, both within time periods and across time. Save or print individual timeline items or add them to your own timeline of favourites. "

" Timelines: Sources from History has been announced winner of the Innovation Award at the 2010 Museums & Heritage Awards. "

---

La British Library presenta una risorsa di grande interesse per gli studenti e i docenti: Timelines: Sources from History.
La linea del tempo interattiva permette di esplorare cronologicamente alcuni documenti delle collezioni della biblioteca, dal medioevo a oggi.

Attivita' didattiche:

* Per cominciare, guarda il video in cui vengono illustrate le possibilita' offerte dalla risorsa e le sue modalita' d'uso.
Grazie a Timelines e' possibile:
- esplorare un'ampia gamma di fonti lungo un arco di 800 anni;
- vedere immagini ad alta risoluzione;
- leggere la trascrizione il inglese contemporaneo di testi antichi [presente solo in alcuni item];
- ascoltare audio e guardare video [presenti solo in alcuni item];
- confrontare temi;
- scaricare o stampare pagine descrittive;
- creare, salvare e stampare una propria linea del tempo con gli item preferiti.
Grazie a un link, alcuni item rimandano ad approfondimenti presenti sul sito della biblioteca nella ricchissima sezione "Learning".

* Utilizzando vari item crea una "unita' didattica"
- esempio: dai manoscritti medievali ai testi a stampa
Item che potresti utlizzare:
# c. 1240 Medieval Illuminator [guarda il video che mostra come venivano realizzati i codici miniati]
# 1455 Gutenberg Bible
# 1476 Caxton's Chaucer [Caxton introduce la stampa in Inghilterra]
# 1526 The Tyndale Bible [la prima Bibbia in inglese, stampata da William Tyndale]
# 1604 Cawdrey's Table Alphabeticall [il primo dizionario inglese monolingue]
# 1611 King James Bible
# 1623 Shakespeare's First Folio

venerdì 21 maggio 2010

Creare una linea del tempo


Timeline is open source software and is licensed under the BSD license.

With this widget, you can make beautiful interactive timelines.

Credits

This software was originally sponsored by The Andrew W. Mellon Foundation as part of the SIMILE [Semantic Interoperability of Metadata and Information in unLike Environments] project. Its original author is David François Huynh. Now it is being maintained and developed by many members of this open-source community.

Timeline is the equivalence of Google Maps but for temporal data—the first Web API for rendering interactive timelines in web pages.

giovedì 20 maggio 2010

Esempi di linee del tempo



Alcune linee del tempo:
* Google timeline
* iPhone timeline
* Video game timeline
* Gameboy timeline
* Lego Brick timeline
* Cellphones timeline
* Bill Gates' timeline
* Food timeline
* From Cave Paintings to the Internet timeline A Chronological and Thematic Database on the History of Information and Media [HistoryofScience.com]
* Wikipedia: List of Timelines
* British History Timeline [bbc.co.uk/history]
* Timeline painting/drawings di Ward Shelley

Fonti principali:
- kottke.org, un blog curato da Jason Kottke dal marzo 1998, tag: timelines
- gizmodo.com [Jesus Diaz]
- Maestro Alberto [Alberto Piccini]

mercoledì 19 maggio 2010

Rappresentazioni cartografiche del tempo



Studiando la storia e' facile imbattersi nel concetto di linea del tempo. Ma quando e perche' sono nate le rappresentazioni cartografiche del tempo?

Un recente post dello straordinario blog "BibliOdyssey" e' stato ispirato dal volume di Daniel Rosenberg e Anthony Grafton, appena pubblicato dalla Casa editrice Princeton Architectural Press : Cartographies of Time: A History of the Timeline.

Per approfondire:

* Ascolta la presentazione del volume, a cura degli autori, registrata il 15 Aprile 2010 presso la sede di "Cabinet Magazine" a Brooklyn [Gli autori leggono anche alcune pagine del libro]

* Altre rappresentazioni nell'articolo A Timeline of Timelines di Sasha Archibald e Daniel Rosenberg, pubblicato in "Cabinet Magazine", 2004/13

* Articolo The Trouble with Timelines di Daniel Rosenberg in "Cabinet Magazine", 2004/13

* Alcune pagine originali del libro di Eviatar Zerubavel, Time Maps: Collective Memory and the Social Shape of the Past, pubblicato nel 2003 dall'editore The University of Chicago Press, tradotto in italiano per i tipi de Il Mulino, sono consultabili online grazie a Google Books.

sabato 15 maggio 2010

Vivere la Costituzione



VIVERE LA COSTITUZIONE
UN PERCORSO INTERATTIVO TRA LE PAROLE DELLA DEMOCRAZIA

GENOVA, Palazzo Ducale, 15 aprile – 2 giugno 2010
TORINO, Museo Diffuso 2 luglio – 19 dicembre 2010

Una mostra multimediale e interattiva per riflettere sulle parole della Costituzione.

"La mostra parte dalle percezioni dei diritti che hanno i cittadini della nostra società in profonda trasformazione. Ragazze e ragazzi delle scuole torinesi, giovani e adulti genovesi sono stati coinvolti in un confronto serrato con le parole e i concetti della democrazia.

Essi li comunicano mediante le installazioni multimediali che scandiscono il percorso della mostra. A loro volta i visitatori sono sollecitati a interrogarsi sugli stessi problemi, sulle stesse parole-chiave [libertà, uguaglianza, sicurezza, voto, Costituzione, lavoro], esprimendo liberamente le proprie incertezze, le proprie aspettative, ma cercando di capire anche quelle degli altri.

IO / TU / NOI formiamo il corpo sociale, in un sistema nel quale gli interessi di ciascuno devono poter coesistere con quelli dell’altro. Perciò, dopo aver espresso il proprio personale punto di vista, ogni visitatore potrà confrontarlo con quello di altre persone. Il visitatore si metterà infine, nei panni del legislatore: quali diritti dobbiamo affermare, per poi metterli in pratica in una società che si trasforma? Torino e Genova, due città che vivono e cercano di elaborare i mutamenti economici e sociali dei nostri giorni, sono state il terreno di questa sperimentazione, fatta con ragazzi e con adulti che racconteranno le loro esperienze, sollecitando le nostre risposte."

venerdì 14 maggio 2010

La Memoria, svelata



La memoria e' il motivo conduttore del Salone Internazionale del Libro di Torino 2010.

* Leggi la presentazione.
* Prendi spunto dal programma per elaborare il tuo percorso.

giovedì 13 maggio 2010

MapTube


MapTube e' una risorsa per vedere, scambiare e mescolare mappe online, creata dal Centro di Analisi Spaziale Avanzata dell'University College London. Gli utilizzatori possono selezionare piu' carte per sovrapporle e vederle.

mercoledì 12 maggio 2010

Animated History of European Mapmaking


Animated History of European Mapmaking e' un episodio della serie British History in-depth della BBC.

Le carte sono lontane dall'essere semplici rappresentazioni dell'aspetto dei continenti. Ognuna racconta qualcosa dei pregiudizi e delle credenze del tempo in cui fu disegnata.
Lo studente e' invitato a scoprire la storia della cartografia europea attraverso gli occhi di coloro che, attraverso i secoli, l'hanno creata.
Vengono presentate 8 tappe: Claudio Tolomeo (II sec. d.C.), Cratete di Mallo (II sec. a.C.), Anglossassoni (1020-25), Pietro Vesconte (1327). Pierre Desceliers (1550), Aaron Arrowsmith (1794), Impero britannico (1886), Oggi.
Ogni tappa e' descritta attraverso una sintetica spiegazione e una carta con tre dettagli.

martedì 11 maggio 2010

Strange Maps


Un altro blog in inglese, che presenta "strane carte", ma non prive di grandissimo interesse.

- Osserva come l'Italia e' rappresentata nel post 461.
- Perche' l'Italia non compare nella carta inclusa nel post 453?
- Quale impressione suscita in te la mappa discussa nel post 404, che riproduce un lavoro del cartografo Sebastian Münster (1488-1552)?
- E se l'Italia avesse vinto la seconda guerra mondiale? post 325
- Discuti coi compagni: quale carta ti ha colpito maggiormente e perche'?
- Metti alla prova la tua creativita' e concepisci anche tu una carta originale.

Cool Maps


Cool MaPs e' un blog che presenta originali carte geografiche dei vari stati del mondo.

Amazing Maps


Amazing Maps e' un blog che fornisce rappresentazioni cartografiche estremamente originali.

lunedì 10 maggio 2010

The Beauty of Maps


Il sito della BBC propone una sezione didattica sulla bellezza delle carte: The Beauty of Maps.

Nella prima sezione, Historical Maps, si possono vedere cinque delle piu' belle carte del mondo: 1. la Psalter Map 1260; 2. la Mappa di Descelier (1550), creata per il re di Francia Enrico II; 3. la veduta della citta' di Costantinopoli (1576), tratta dal primo dei 6 volumi dell'Atlante di Georg Braun, Franz Hogenberg e Joris Hoefnagel [ci vollero 46 anni per completarlo]; 4. la Mappa celeste di Cellario (1660); 5. la Mappa serio-comica della guerra (1877) di Fred W. Rose, nella quale gli stati europei vengono rappresentati in modo satirico.

Leggi la descrizione di ogni carta [Introduction] ed esplora i dettagli [Map Highlights].

Purtroppo i video che accompagnano ognuna delle cinque carte non sono visibili in Italia.

La seconda sezione, Digital Worlds, propone cinque rappresentazioni del mondo contemporaneo: a. Global Data Exchange tenta di rappresentare gli scambi di informazioni tramite internet a livello mondiale; b. Map of the Internet da' una forma al ciberspazio; c. stessa cosa fa per i blog la Map of Blogging; d. Dark Side of the Moon dovrebbe servire per future spedizioni spaziali; e. Map of the Nearby Universe e' la piu' completa mappa del nostro universo.

domenica 9 maggio 2010

La mostra "Magnificent Maps"


Magnificent Maps: Power, Propaganda and Art e' il titolo di una straordinaria mostra allestita presso la British Library di Londra dal 30 aprile al 19 settembre 2010.

La mostra si basa sull'assunto che le mappe possono essere opere d'arte, strumenti di propaganda, espressioni di orgoglio locale, mezzi di indottrinamento...

Sono presentate 80 delle piu' grandi, piu' impressionanti e piu' belle carte mai realizzate, dal 200 a. C. ad oggi.

Il sito propone interessati attivita' didattiche agli studenti:

Gli obiettivi sono: far comprendere agli studenti il significato storico, estetico, sociale e culturale delle mappe; mostrare come il potere, lo status sociale e la propaganda hanno condizionato il modo in cui le mappe sono state costruite; esaminare come gli sviluppi della cartografia hanno condizionato la storia attraverso i secoli.

Attivita' propedeutiche alla visita:

Discuti coi compagni: Che cosa sono le mappe? Come le usiamo? Quando ne abbiamo bisogno? Pensa alle mappe che tu usi spesso. Quale tipo di informazioni esse includono? Cosa, al contrario, escludono? Appaiono tutte uguali?

Pensa all'area in cui vivi. Osserva quanti tipi diversi di mappe puoi trovare e a cosa servono. Come le loro funzioni influenzano il modo con cui appaiono?

Attivita' seguenti alla visita:

Approfondisci l'argomento grazie alle risorse online Mapping History, che comprendono affascinanti materiali digitalizzati e attivita'.

sabato 8 maggio 2010

La Stanza dei Libri Rari



ll sito "Rare Book Room" e' stato costruito come un sito didattico che permetta al visitatore di esaminare e leggere alcuni dei piu' importanti libri del mondo.

Nel corso dell'ultima decade la casa editrice "Octavo" ha digitalizzato alcuni dei piu' importanti libri del mondo, appartenenti ad alcune delle piu' importanti biblioteche. Questi libri sono stati fotografati a una altissima risoluzione (in alcuni casi ad oltre 200 MB per pagina).

Il sito contiene tutti i libri (558) che sono stati digitalizzati. Essi spaziano tra una vasta varieta' di argomenti e rarita'. I libri sono presentati in modo tale che il visitatore possa esaminare tutte le pagine a una risoluzione media o medio-alta.

Si tratta di un sito straordinario, che dovrebbe essere preso a modello da tutte le biblioteche del mondo, che posseggono testi rari.

I 558 volumi sono ordinati in base a tre criteri: Categorie, Autori e Biblioteche. Il primo gruppo e' suddiviso a sua volta in: Architettura e Ingegneria, Arte, Astronomia, Botanica e Giardinaggio, Cartografia, Letteratura per l'infanzia, Cucina, Esplorazioni, Arti grafiche, Storia, Giornali, Diritto, Linguistica, Letteratura, Matematica, Medicina, Musica, Scienze naturali, Filosofia, Fotografia, Fisica e Religione.

Nella sezione Letteratura vi sono volumi di Apuleio, Aristofane, Battista Mantovano, Blake, Chaucer, Francesco Colonna, Dante, John Fletcher, Milton, Thomas More, William Morris, Ovidio, Savonarola, Bartolomeo Scappi, Schreiber, Seneca, Shakespeare, Spencer, Virgilio, Mary Wollstonecraft ed Edward Young.

In primo piano compaiono alcuni dei picchi della collezione, tra cui le sezioni dedicate a Shakespeare, a Benjamin Franklin, al famoso artista botanico Pierre-Joseph Redouté, al Libro delle Ore, al Sidereus nuncius di Galileo, al De revolutionibus orbium coelestium di Copernico e a Louis Renard.

Ma vanno anche citati I quattro libri dell'Architettura di A. Palladio (1570), l'Atlante di Mercatore (1595), il Libro Extraordinario di Sebastiano Serlio (1560), una affascinante serie di edizioni in piu' lingue delle Avventure di Alice nel paese delle meraviglie, il Manuale tipografico di Giambattista Bodoni (1818), il De Symmetria di Albrecht Dürer (1538), la Magna Carta (1215), il Bill of Rights (1789), la Bibbia di Gutenberg (1455) e molto altro.

Il libro del Cortegiano di Baldassar Castiglione


Sfoglia l'edizione de Il libro del Cortegiano del Conte Baldesar Castiglione, stampata a Venezia da Aldo Manuzio nel 1541.