martedì 28 giugno 2011

Ad Alta Voce: "Pinocchio"


Dal 27 giugno Radio 3 propone la lettura de Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi, a cura di Paolo Poli.

Sfoglia il testo nell'edizione illustrata da Carlo Chiostri [Firenze: Bemporad, 1902].

domenica 26 giugno 2011

Il portale della Rai sui 150 anni dell'unità italiana

Tra le proposte che la Rai dedica ai 150 anni dell'unità compare una utilissima "Time Map": spostandosi sulla linea del tempo, che va dal 1815 al 1871, la carta mostra l'evoluzione politica in rapporto ai principali eventi storici. Una breve sintesi illustra gli avvenimenti.


Il portale www.italia150.rai.it, in cui la Mappa del Tempo è inserita, "contiene una web tv che trasmette in streaming oltre 200 filmati sulla storia d'Italia dal 1861 ad oggi con particolare attenzione agli anni del Risorgimento; decine di biografie testuali sui principali protagonisti della storia d'Italia; dossier tematici; una ricerca facilitata per parole chiave; l'elenco dei più importanti eventi relative alle celebrazioni dei 150 anni e la programmazione televisiva dettagliata.''

lunedì 13 giugno 2011

Dante e Seymour Chwast

Una versione a fumetti della Divina Commedia è quella di Seymour Chwast, pubblicata in Gran Bretagna e negli Stati Uniti da Bloomsbury nel 2010.
Le prime pagine, con i canti I-V dell'Inferno, sono state inserite dall'editore su issuu.com
"The Huffington Post" pubblica una serie di 13 slide, di cui le prime cinque sono tratte dal volume citato. Nel breve articolo che introduce le illustrazioni, lo stesso artista dichiara di avere vestito i personaggi con costumi degli anni Trenta e di avere immaginato Dante come il detective Dashiell Hammett.
Altre immagini sono visibili su quotidiani che hanno recensito il libro, tra cui il "Los Angeles Times".

domenica 12 giugno 2011

"Maratona infernale", regia di Lamberto Lambertini

In occasione della mostra "Dante Vittorioso", nella Sala Poliziano della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, sarà possibile assistere alla Maratona infernale: 7 ore di video, trasmesse continuativamente, per la regia di Lamberto Lambertini.

Lo spettatore, come recita il comunicato stampa dell'esposizione, viene proiettato in una rilettura in chiave contemporanea dei 34 Canti dell'Inferno. Ognuno dei 34 cortometraggi ha una durata di circa 12 minuti. Il progetto complessivo, intitolato In viaggio con Dante, ideato dallo stesso regista e da Paolo Peluffo, consulente del presidente del Consiglio dei ministri per gli eventi del 150^ anniversario dell'Unità d'Italia, prevede altresì la realizzazione degli episodi della seconda e terza cantica per un totale di 22 ore di video.

Un'intervista al regista, curata da Alberto Castellano, è stata pubblicata da "Alias", il supplemento de "Il Manifesto", sabato 21 maggio 2011, ed è scaricabile dal sito della Società Dante Alighieri, che ha prodotto il film.

sabato 11 giugno 2011

Dante Vittorioso. Il mito di Dante nell'800




"Dante Alighieri, padre e unificatore della lingua e, idealmente, della nazione italiana, diventa riferimento simbolico delle aspirazioni civili e identitarie risorgimentali. La mostra -con dipinti, sculture, libri e cimeli- si concentra sulla modernità del Sommo Poeta evidenziandone la corrispondenza con il sentire dell’uomo dell’Ottocento." [dal sito della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, presso cui la mostra è allestita]





Comunicato stampa [reperibile anche al sito della Società Dante Alighieri]:

"Opere pittoriche, sculture, incisioni, fotografie, oggetti, libri, cartoline, piccoli cimeli. Una mostra, allestita dal 29 maggio al 31 luglio 2011 alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, accompagna il visitatore in un lungo viaggio temporale che dal Medioevo giunge idealmente al Risorgimento. Al centro la figura di Dante Alighieri, protagonista assoluto che assume qui i contorni del mito.
Esposta nella Tribuna dantesca, la 'sala-tempio' circolare dedicata proprio a Dante, una selezione di opere pittoriche di Carl Vogel von Vogelstein, di Domenico Morelli, Francesco Saverio Altamura, Federico Faruffini, Gaetano Previati, per citarne solo alcuni, danno conto degli aspetti più rilevanti dell'interpretazione di Dante nel corso dell'Ottocento, in relazione al Risorgimento e, in particolare, all'Unità d'Italia, di cui il poeta fiorentino viene visto come primo vate. Ma non solo. Ai dipinti si aggiungono le sculture di Vincenzo Vela, Pio Fedi e Paolo Troubetzkoy, e ancora, disegni, incisioni, stampe, le preziose edizioni ottocentesche illustrate della Divina Commedia.
Nell'Ottocento il Sommo Poeta diviene riferimento simbolico delle aspirazioni civili e identitarie risorgimentali e, in quanto maestro di stile e padre fondatore della nazione, sia in senso linguistico che politico, assume il ruolo di guida ideale per i più importanti scrittori, intellettuali e storici italiani: Leopardi, Foscolo, Monti, Mazzini, Tommaseo, de Sanctis.
In particolare, a Firenze, la figura di Dante si riconcilia con la memoria della città: del 1818 è l'iniziativa di erigere il Cenotafio in S. Croce e nel 1865, all'indomani dell'Unità, si aprono le celebrazioni per il sesto centenario della nascita del poeta. Sempre nel 1865 un intervento del critico Pietro Estense Selvatico sulla relazione tra Dante e le arti figurative sottolinea il valore che la sua figura assume per i giovani artisti; nel 1888 nasce la Società Dantesca Italiana a Firenze e nel 1889 la Società Dante Alighieri, sotto la guida di Giosuè Carducci. Infine nel 1900, a confermare l'attenzione nei confronti del poeta, si aggiunge il Concorso Alinari per l'illustrazione della Divina Commedia - bandito a Firenze proprio durante le celebrazioni per il VI centenario del Priorato di Dante - e, nella stessa epoca, la costruzione della neogotica cattedra dantesca in Orsanmichele, dalla quale letterati come D'Annunzio avrebbero dato nuova vita alla Lectura Dantis.
Le arti figurative, la letteratura e perfino il melodramma si concentrano dunque nell'Ottocento sulla vita privata e sulla vicenda umana di Dante - dominante il tema dell'esilio, tanto caro ai numerosi patrioti italiani costretti a fuggire all'estero, primo tra tutti Giuseppe Mazzini - e su singole parti della sua opera, con particolare attenzione alle "romantiche" figure di Paolo e Francesca o di Pia de' Tolomei, riadattandole e reinterpretandole di volta in volta (si pensi alla tragedia di Silvio Pellico "Francesca da Rimini" del 1815 e al melodramma tragico "Pia de' Tolomei" rappresentato, tra le tante versioni, anche da Salvatore Cammarano e Gaetano Donizetti). Una fascinazione europea quella per il poeta fiorentino, che valica i confini italiani: anche l'Inghilterra dei Preraffaelliti dedica grande spazio al Medioevo e ai temi danteschi, e Dante Gabriele Rossetti, figlio di un patriota ed esule italiano, costruisce nell'arco della sua vita una sorta di cronaca dantesca per immagini, circonfondendo la figura del poeta di sfumature simboliste e di un misterioso e conturbante estetismo.

Per tutta la durata della mostra, nella Sala Poliziano della Biblioteca Nazionale, sarà possibile assistere alla Maratona infernale: in 7 ore di video, trasmesse continuativamente, per la regia di Lamberto Lambertini, ideatore del progetto insieme a Paolo Peluffo, lo spettatore sarà proiettato in una rilettura in chiave contemporanea di 34 Canti dell'Inferno.

Informazioni per il pubblico: www.bncf.firenze.sbn.it e www.dantealighieri.it "

venerdì 10 giugno 2011

Parole e nuvole. Elaborazioni di Mario Rotta

"Parole e nuvole è un’idea sperimentale sulla lettura della poesia. Si rielabora il testo di una poesia come se fosse una TAG Cloud, utilizzando un editor specifico come Wordle. Poi si sovrappone il risultato ottenuto su fotografie di nuvole e cielo, lavorando in PhotoShop o con qualsiasi altro editor grafico in grado di gestire più livelli. Poi si prova a leggere ricostruendo mentalmente la poesia e tenendo conto che la frequenza di ogni parola è evidenziata dal diverso corpo del carattere" [post di Mario Rotta]

Nella sezione "Parole e nuvole" compaiono varie elaborazioni, tra cui:
- Petrarca, Canzone all'Italia
- Leopardi, L'Infinito
- Montale, Spesso il male di vivere...
- Quasimodo, Natale
- Merini, Non ho bisogno di denaro

"Parole e nuvole" fa parte di “Scrittura Digitale”, "un ambiente di rete progettato e gestito da Mario Rotta [© 2010] e aperto ai contributi di tutti coloro che credono nella rivoluzione digitale e vogliono sperimentare strategie innovative per la lettura di testi e immagini in rete o su dispositivi dedicati o modalità narrative che tengano conto dell’impatto epistemologico dei nuovi media sulle tecnologie delle conoscenza. L’ambiente è a disposizione di chiunque abbia idee o informazioni utili." [Colophon]

sabato 4 giugno 2011

Concorso Doodle per Google "L'Italia tra 150 anni"


Un mio studente mi ha segnalato il concorso Doodle per Google "L'Italia tra 150 anni": "una competizione artistica rivolta alle scuole italiane per far riflettere gli studenti sul significato dell’Unità d’Italia e sul suo futuro".

Al di là dell'eventuale decisione degli studenti di partecipare all'iniziativa [i materiali vanno inviati entro il 10 giugno], uno strumento didatticamente interessante è il kit "Coordinate della nostra storia": permette di esplorare con un tour virtuale su Street View i luoghi simbolo dell'Unità d'Italia, e di scoprire i protagonisti e le più importanti vicende che hanno caratterizzato la storia unitaria con dei video documentari proposti da Rai.