lunedì 30 maggio 2016

Segnalazione: articolo "Contro la scuola facile"



A p. 43 del numero 146 del "Sole 24 Ore" di ieri, 29 maggio 2016, è apparso un interessante articolo di Paola Mastrocola. Si occupa prevalentemente della traduzione dal latino e dal greco, e dunque esula dall'ambito del nostro blog, tuttavia le considerazioni generali che vengono fatte sulla scuola italiana sono ampiamente condivise da molti docenti. È per questo che riteniamo utile segnalarlo.

venerdì 27 maggio 2016

Correzioni 2015/2016 (secondo quadrimestre)


Prove corrette e valutate a. s. 2015/2016 2^ quadrimestre

Oltre alle prove di scrittura, ai test e alle verifiche di recupero delle insufficienze del primo quadrimestre, questo quadrimestre sono state corrette e valutate anche le relazioni sull'alternanza scuola lavoro.

Le relazioni sul tirocinio di una delle tre classi.
corrette e valutate nel secondo quadrimestre

domenica 15 maggio 2016

Segnalazione: articolo "L'abbaglio della fine della scuola"


Fonte

A p. 23  de "Il Sole 24 Ore" di domenica 15 maggio 2016 è stato pubblicato un bell'articolo di Roberto Casati, che tutti coloro che hanno a cuore le sorti della scuola e dell'istruzione delle giovani generazioni dovrebbero leggere.

Si intitola L'abbaglio della fine della scuola e lo si può trovare anche online.

giovedì 5 maggio 2016

Clemente Albèri e Dante


In una sala del Museo della Città di Rimini, dietro un busto in terracotta di Romeo Pazzini, vi è una tela di Clemente Albèri (1803-1864), risalente al 1828 e intitolata Paolo e Francesca.




mercoledì 4 maggio 2016

Romeo Pazzini e Dante


Il Museo della Città di Rimini possiede un busto di Dante in terracotta dipinta dello scultore Romeo Pazzini (vedi scheda).

Dietro il busto il quadro Paolo e Francesca (1828) di Clemente Albèri





Il busto servì da modello a un monumento a Dante che si trova nel Comune di Verucchio (Rimini) e che dal 2009 è stato ricollocato nella sua posizione originaria (Fonte).

domenica 1 maggio 2016

Bernardino Boifava e Dante


Una sala del Palazzo Romagnoli di Forlì espone una targa di Bernardino Boifava (Ghedi di Brescia, 1888 - Forlì), intitolata Dante Alighieri.


La scritta in basso ("La terra che fe' già la lunga prova / e di Franceschi sanguinoso mucchio") è tratta dal canto XXVII dell'Inferno (vv. 43-44). La battaglia di Forlì (1282), in cui i ghibellini di Romagna, comandati da Guido da Montefeltro, sconfissero l'esercito composto di soldati francesi e italiani, inviato dal papa Martino IV e guidato dal francese Giovanni d'Appia (Jean d'Eppe), è ben illustrata nella relativa voce dell'enciclopedia Wikipedia.

I soldati morti sulla destra sono evidentemente "il sanguinoso mucchio" di cui parla Dante. La chiesa e il campanile sullo sfondo sono quelli di San Mercuriale. Dalla torre l'astrologo Guido Bonatti, consultato dal Montefeltro prima della battaglia, suonò i rintocchi che costituivano il segnale che i forlivesi aspettavano per uscire allo scoperto e fare strage dei nemici addormentati e ubriachi a seguito dei bagordi per l'apparente capitolazione della città.

La voce (Wikipedia) relativa allo scultore elenca tra le opere un medaglione per il campanile dell'abbazia andato disperso.

Da consultare: la voce (Wikipedia) relativa al famoso astrologo; le voci dell'Enciclopedia Dantesca: Guido da MontefeltroGiovanni d'Appia, Guido BonattiForlì.