giovedì 8 giugno 2017

Correzioni 2016/2017


Continua la nostra serie di post di fine anno, per documentare attraverso immagini un aspetto del lavoro dei docenti di italiano, troppo spesso sottostimato.

Prove corrette e valutate a.s. 2016/2017

Relazioni alternanza scuola-lavoro a.s. 2016/2017 classe quarta 

Relazioni alternanza scuola-lavoro a.s. 2016/2017 classe terza

domenica 4 giugno 2017

In Viaggio con Dante - Regia di Lamberto Lambertini




Playlist sull'Inferno, Maratona infernale, canale YouTube "ladante.it"

Playlist sul Purgatorio, Montagna infinita, canale YouTube "ladante.it"

L'intero progetto sul sito della Dante Alighieri:

LINK



venerdì 2 giugno 2017

"Enciclopedia Infinita", il nuovo progetto editoriale della Dante Alighieri






«Martedì 30 maggio, a Palazzo Firenze (Roma), è stata celebrata la Giornata della Dante in occasione della quale il Presidente, Prof. Andrea Riccardi, ha presentato al pubblico il nuovo progetto di Enciclopedia infinita. Il lavoro, frutto di un’idea di rilancio della Dante che intende confermare la sua missione di promozione della lingua e della cultura italiane, sarà diffuso a partire dall’area italofona, dell’italsimpatia e nella rete del “mondo italiano”. Ascoltiamo il vicepresidente della Dante Paolo Peluffo e il regista Lamberto Lambertini, autore di Pillole della Dante, Poeti Italiani e In Viaggio con Dante.» [Fonte: informazioni che accompagnano il video; canale YouTube "ladante.it"]

Link

giovedì 25 maggio 2017

Segnalazione: il programma "Pirandelliana"


LINK



Su Pirandello, si vedano anche le puntate "ARCHIVIO TEATRALE Luigi Pirandello a 150 anni dalla nascita"

domenica 21 maggio 2017

Dante prima





«"Danteprima”, avvio d’emozione che anticipa le celebrazioni che nel 2021 ricorderanno Dante Alighieri nell’anniversario dei 700 anni dalla morte, è un progetto ideato da Marco Santagata e sostenuto dal Comune di Pisa, in collaborazione con Scuola Normale Superiore di Pisa, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Fondazione Teatro di Pisa, Regione Toscana, Fondazione Blu, Museo della Grafica, Opera della Primaziale Pisana, Cineclub Arsenale.
Un’immersione nella vita e nella straordinaria opera del sommo poeta, che arriva dopo il successo di “Dante Posticipato”, la rassegna 2016 pensata in continuità con le celebrazioni del 750° anniversario della nascita di Dante.
Quattro giorni di incontri, mostre, installazioni, spettacoli, passeggiate e film, introdotti dalla Lectio Magistralis di Luigi Blasucci e interpretati da protagonisti indiscussi della cultura italiana, con la sorpresa del concerto diretto da Nicola Piovani nello scenario della storica Piazza dei Cavalieri, sede della prestigiosa Scuola Normale Superiore e l’attesa e spettacolare esibizione dell’attore Fabrizio Gifuni, narratore di versi del Paradiso dai gironi della torre pendente, che per la prima volta nella sua storia secolare si presta ad essere palcoscenico e scenografia di un evento teatrale. Anche così Pisa si vuol confermare città dantesca.»

[Fonte, con l'aggiunta di un link]

Approfittiamo dell'occasione per guardare un video sui legami tra Dante e Pisa:




venerdì 19 maggio 2017

Segnalazione articolo "Eccessivo fervore per la tecnologia"


[Fonte]

Il "Sole 24 Ore Scuola" pubblica oggi un interessante articolo di Pietro Bordo, che segnaliamo a tutti per la chiarezza e lucidità.

domenica 14 maggio 2017

Dante al Ravenna Festival 2017


Inferno costituisce la prima parte del progetto La Divina Commedia: 2017-2021 di Marco Martinelli e Ermanna Montanari (nel 2019 sarà la volta del Purgatorio e nel 2021 del Paradiso).

Commissionato dal Ravenna Festival e coprodotto con Teatro Alighieri e Ravenna Teatro-Teatro delle Albe, coinvolgerà l'intera città a partire dal 25 maggio e fino al 2 luglio per un totale di 34 rappresentazioni.

"Cantiere Dante" è il grande "laboratorio" rivolto ai cittadini interessati a partecipare allo spettacolo, coinvolti a vario titolo nella costruzione di scene e costumi o nella recitazione corale, nel canto, nella danza e nel movimento.

Per tutto il periodo in cui andrà in scena Inferno, ogni mattina gli spettacoli di Giovani artisti per Dante rinnoveranno l'incontro con il Poeta.

InCanti. Su l'Alileggier: «Coinvolgendo tutte le arti – dal teatro alla musica, dalla danza alla pittura – gli studenti del Liceo Artistico ["P. L. Nervi - G. Severini" di Ravenna] portano sulla scena l’incontro ideale fra Giovan Battista Marino, il poeta barocco di origine partenopea che visitò Ravenna nel 1606, e Dante Alighieri, la cui influenza si estese all’Adone del Marino: un dialogo fra poeti ma anche fra due secoli – il Trecento e il Seicento – per esplorare la storia della città attraverso le voci di Marino e di Dante» (fonte citata più avanti).

Il viaggio sonoro di Dante: «Composizione nuova per due arpe, liuto, viola, violino e musica elettronica, questo itinerario firmato dal collettivo olandese Musica al Dante accompagna il pubblico attraverso gli ambienti sonori della Commedia, dalla cacofonia dell’Inferno alla monodia del Purgatorio, fino alla polifonia paradisiaca, con il coinvolgimento dei bambini delle scuole locali per il canto del “cattivo coro de li angeli” (Inf. III) e il canto degli angeli del Paradiso» (Fonte citata più avanti).

LINK:

* Cantiere Dante

Inferno

* Il Festival per Dante

* InCanti. Su L'Alileggier

* Il viaggio sonoro di Dante





La seconda edizione del bando internazionale per spettacoli dedicati al Poeta (29 nov. 2016)


domenica 5 febbraio 2017

Segnalazione: la lettera aperta "Contro il declino dell'italiano a scuola"


Sul blog del "Gruppo di Firenze. Per la scuola del merito e della responsabilità" è stata pubblicata una lettera aperta, firmata da molti docenti universitari, in cui vengono avanzate alcune proposte per porre un argine al declino dell'italiano a scuola.

Verrebbe da esclamare «Il re è nudo; finalmente si ha il coraggio di ammetterlo e scriverlo sui giornali!», ma sarebbe una facile consolazione. Che la situazione sia, da anni, grave lo sanno tutti i docenti, a qualsiasi livello di istruzione: dalla scuola primaria all'università. È vero però che da qualche tempo gli insegnanti assistono, verrebbe da dire "impotenti", alla presenza di errori che fino a poco fa caratterizzavano solo le produzioni scritte e orali di studenti stranieri. Contemporaneamente si assiste all'incapacità di comprendere testi che fino a poco fa non creavano problemi.
Ben venga dunque ogni iniziativa come questa lettera aperta, che spinga tutti gli italiani a riflettere e che chieda a chi ha il potere di introdurre migliorie un cambio di rotta.
L'importante è unire le forze, accordarsi su ciò che davvero vogliamo. Se l'obiettivo è davvero arginare il declino dell'italiano a scuola, non è utile limitarsi a dare la colpa ai docenti di questo o quel livello oppure dare sfogo ad una comprensibile rabbia, anticipando allo stesso tempo che ormai non ci sia più nulla da fare.